Chi Siamo

Login

Dati incorretti o mancanti

Iscriviti alla newsletter

ministero della salute ipasvi roma

test

In questi anni l’infermieristica italiana ha raggiunto traguardi davvero significativi come il riconoscimento di professione intellettuale, la docenza nelle università, la dirigenza ai diversi livelli. Nuovi scenari si prospettano per il futuro: lo sviluppo della libera professione in tutte le sue forme, il riconoscimento delle competenze specialistiche sia in ambito clinico che organizzativo ed il governo dei processi di assistenza alla persona sia in ambito ospedaliero che territoriale.

Possiamo senz’altro affermare pertanto che l’infermieristica è una disciplina matura, con le sue teorie, i suoi paradigmi, i suoi concetti, il suo linguaggio ed è decisa a confrontarsi alla pari con tutte le altre professioni. E’ il momento di misurarci, con i Paesi più avanzati nel campo, anche sul campo della ricerca e della sperimentazione sostenendo e promuovendo iniziative e percorsi che aiutano il loro sviluppo e la loro diffusione.

 

In questa ottica nasce il Centro di Eccellenza per la Cultura e la Ricerca Infermieristica, un progetto dell’Ordine delle Professioni Infermieristiche di Roma che ho l’onore di presiedere. Si tratta di un progetto unico in Italia, fra i primi in Europa, in linea con le positive esperienze maturate in questo senso negli USA che contribuirà senz’altro allo sviluppo delle competenze ed al miglioramento delle performance sia dei singoli professionisti che delle équipe professionali impegnate nell’assistenza alle persone.

L’obiettivo è esplorare il mondo della ricerca infermieristica per migliorare l’assistenza ai cittadini e la percezione pubblica della professione.

Il Direttore scientifico del Centro di Eccellenza per la Cultura e la Ricerca Infermieristica
Gennaro Rocco

 

IL MODELLO SCIENTIFICO DEL CENTRO DI ECCELLENZA

Il modello adottato è fondato su quattro pilastri: Istruzione, Ricerca, Formazione dei ricercatori e Pratica clinica.

Gli obiettivi di ciascun Polo sono specifici per ognuno di essi ma fortemente integrati tra loro. Spaziano dallo sviluppo della formazione di base ed avanzata alla produzione di ricerche multicentriche e interdisciplinari; dalla formazione di nuovi infermieri-ricercatori alla creazione di laboratori di ricerca infermieristica; dall’organizzazione degli studenti in gruppi di ricerca alla costituzione di comitati di infermieri clinici esperti per l’analisi e la revisione di standard assistenziali.

I quattro pilastri rappresentano la struttura portante del Centro e costituiscono il motore delle sue attività. Quattro Poli interattivi, strettamente correlati con un unico fine. Perseguire l’eccellenza.

 

IL CONTRIBUTO DEL BOARD INTERNAZIONALE

L’assoluto valore scientifico delle ricerche avviate si sposa poi con l’alta qualità del sistema adottato dal Centro per svilupparle e condurle in porto. Per questa ragione il Centro di Eccellenza per la Cultura e la Ricerca Infermieristica si è avvalso del contributo di un Comitato Internazionale di prim`ordine, con famosi scholarsprovenienti dai Paesi più avanzati del mondo nel campo del nursing: 

Dyanne Affonso – Research Director, NIH/ NCHMD/RIMI & Rural Health, Affiliate Professor of Psychology (USA) - - 

Souraya Sidani – Professor and Canada Research Chair, Ryerson University (Canada) – 

Roger Watson - Editor-in-Chief, Journal of Nursing -  

Ann Gallagher, Professor in Nursing Ethics, Director of the International Centre for Nursing Ethics, Editor-in-Chief Nursing Ethics, Surrey University (UK)

Sono inoltre menbri del centro di Eccellenza:

Barbara Riegel nursing professor  University of Pennsylvania 

Marianne Hattar-Pollara nursing professor California State University

Rick Zoucha, PhD, PMHCNS-BC, CTN-A, FAAN Professor/Chair of Advanced Role and PhD Program

Joseph A. Lauritis Duquesne University Pittsburgh, PA 15282 

Douglas Olsen, PhD, RN Associate Professor Office Address: Life Science,  Michigan State University

Julie A. Fairman, PhD, RN, FAAN Professor of Nursing Professor, Department of History and Sociology of Science Chair, Department of Biobehavioral Health Sciences Endowed Chair, Nightingale Professor in Honor of Nursing Veterans Co-Director, RWJF Future of Nursing Scholars Program University of Pennsylvania

Franklin A. Shaffer, CGFNS EdD, RN, FAAN International President and Chief Executive Officer University of Pennsylvania School of Nursing

Joyce J. Fitzpatrick, PhD, MBA, RN, FAAN School of Nursing Case Western Reserve University Cleveland, Ohio

 

LA STRUTTURA OPERATIVA

L’organizzazione si avvale dell’impegno personale di tantissimi colleghi. Tra questi coloro che sono impegnati nella clinica nelle diverse aree assistenziali e che costituiscono i clinical nurse leaders. E poi i collaboratori esperti del Centro, costantemente affiancati da una rete di consulenti giuristi, esperti della qualità, della comunicazione e di lingua inglese, informatici e giornalisti per divulgare al meglio il lavoro svolto, oltre a tutti i presidenti delle Associazioni e Società scientifiche infermieristiche italiane che contribuiscono fattivamente all’attività di programmazione e produzione degli studi. Un contributo di alto valore bibliografico è offerto dal gruppo Thisi-Ilisi di OPI Roma, che ha costituito il primo database di scienze infermieristiche in Italia che tanto successo ha già riscosso in tutta la penisola e all’estero. 

 

Il Presidente di OPI di Roma è il Presidente del Centro di Eccellenza per la Cultura e la Ricerca Infermieristica, responsabile delle attività e dei risultati.

La professoressa Dyanne Affonso è Presidente Onorario.

Il Dottor Gennaro Rocco, Fondatore del Centro di Eccellenza per la Cultura e la Ricerca Infermieristica, ne è il Direttore Scientifico.

1. IL POLO PER L’ISTRUZIONE

Il suo obiettivo principale è la riforma della formazione infermieristica, realizzabile attraverso quattro priorità:

  • Sostenere il cambiamento e la revisione degli ordinamenti didattici dei corsi di laurea in infermieristica e dare supporto ai docenti nell’espletamento del loro ruolo, in termini di strumenti e risorse, ma anche di aumento del numero dei professori di infermieristica presso le università;
  • sostenere i tutor clinici che supervisionano gli studenti durante il tirocinio clinico, attraverso, ma non solo, l’avanzamento delle conoscenze e delle abilità degli infermieri clinici che assumono le funzioni di tutor;
  • supportare il rinnovamento delle unità operative nelle quali si realizzano la formazione clinica degli infermieri, in modo da trasformarle in veri e propri laboratori clinici;
  • supportare lo sviluppo dei contesti clinici come luoghi dedicati alle innovazioni, sperimentando forme nuove di esercizio professionale e di relazioni interprofessionali, affidando nuovi ruoli agli infermieri ed espandendo il campo d’azione della pratica infermieristica, utilizzando i laureati magistrali come una nuova generazione di cultori della clinica infermieristica.

 

Comitato Direttivo del Polo per l’Istruzione:

Direttore

Ausilia M.L. Pulimeno

Componenti

Simonetta Bartolucci, Emanuele Lisanti

Esperti

Maria Grazia De Marinis, Laura Tibaldi

 

 

2. IL POLO PER LA RICERCA

Si occupa di realizzare studi clinici, progettati e condotti da infermieri.

Il fattore critico per il successo di questo Polo è rappresentato dalla leadership e dalla visibilità degli infermieri che conducono studi di ricerca clinica e curano la divulgazione dei risultati attraverso la pubblicazione e la presentazione delle ricerche svolte.

L’obiettivo principale del Polo per la Ricerca è di consentire agli infermieri di condurre studi di ricerca clinica di tipo multicentrico e interdisciplinare.

L’obiettivo è implementare e finanziare progetti di grande rilevanza nazionale ed internazionale.

I primi studi proposti per lanciare il Polo per la ricerca del centro di Eccellenza hanno riguardato:

  • La patient safety e i near miss;
  • Il monitoraggio del risk management;
  • Il self carenel paziente con scompenso cardiaco;
  • Qualità della vita nelle famiglie colpite da stroke;
  • La salute organizzativa degli infermieri;
  • Le cure palliative e la terapia del dolore;
  • La dignità professionale.

 

Comitato Direttivo del Polo per la Ricerca Scientifica:

Direttore

Gennaro Rocco

Componenti

Girolamo De Andreis, Maurizio Fiorda, Marco Tosini,  Carlo Turci,

Esperti

Rosaria Alvaro –

 

3. IL POLO PER LA FORMAZIONE DEI RICERCATORI

Mira a migliorare le abilità degli infermieri nella metodologia della ricerca e nella individuazione delle priorità per l’elaborazione di nuovi progetti di ricerca.

Questo Polo ha tre priorità:

  • Creare e supportare una nuova categoria di infermieri ricercatori;
  • Creare laboratori di ricerca infermieristica;
  • Organizzare gli studenti infermieri in gruppi di ricerca, per prepararli alla progettazione e alla realizzazione di ricerche cliniche.

L’organizzazione degli studenti sulla base dei vari livelli formativi universitari consente di raggiungere due obiettivi:

  • Consente al centro di eccellenza di adeguare i contenuti dei programmi di formazione alla metodologia della ricerca;
  • Offre agli studenti l’opportunità di partecipare ad attività finalizzate alla crescita professionale.

 

Comitato Direttivo del Polo Formazione dei Ricercatori:

Direttore

Maria Grazia Proietti

Componenti

Mariagrazia Montalbano, Francesco Scerbo, Maurizio Zega -

Esperti

Loredana Sasso

 

4. IL POLO DELLA PRATICA CLINICA

Ha l’obiettivo di migliorare la pratica clinica infermieristica e di incoraggiare gli infermieri a realizzare tale miglioramento attraverso la riflessione critica sull’esperienza e l’applicazione nella pratica dei risultati della ricerca scientifica infermieristica.

Le quattro priorità indicate sono:

  • La costituzione di un comitato di Clinical nurse leaders, Infermieri clinici esperti in grado di guidare la revisione della pratica clinica;
  • L’analisi critica e la revisione degli standard dell’assistenza infermieristica da parte di un gruppo di infermieri clinici esperti, nominati nell’ambito del Polo della Pratica clinica, che effettuano questa analisi critica e documentano i risultati ottenuti nelle aree che richiedono prioritariamente tali revisioni;
  • Il coordinamento delle associazioni infermieristiche al fine di realizzare sinergie rivolte alla mission di riformare e rifondare il nursing clinico;
  • Lo sviluppo di aree trasversali alla pratica clinica infermieristica.

Comitato Direttivo del Polo per la Pratica Clinica:

Direttore

Stefano Casciato

Componenti

Claudia Lorenzetti, Natascia Mazzitelli, Cinzia Puleio

Esperti

Maria Matarese, Angela Peghetti, Barbara Porcelli